Porto Alegre

La città (mappa della città) ha una popolazione di circa 1,46 milioni di abitanti, ed è la 10a. città più popolosa del Brasile (IBGE, 2013); il suo PIL (Prodotto Interno Lordo, 2010)) è di circa US$ 18,7 miliardi, ed è la  7a. città più ricca del Brasile nel PIL. É la capitale del Rio Grande do Sul (RS), lo Stato più meridionale del Brasile, situato al confine con l’Uruguay e l’Argentina (mappamondo) e possiede circa , 11,1 milioni di abitanti e un PIL (relativo all’ anno del 2013) di US$ 135,0 miliardi (IBGE, 2014).

Lo Stato del  RS é composto da 4 macroregioni: una regione più voltata all’allevamento estensivo e alla produzione di riso in larga scala (denominata "metà sud del RS"); un’altra  voltata alla produzione di mais, soia, latte, frutta e altri prodotti coloniali, industriali e servizi (denominata di "nord-ovest coloniali"); un’altra ancora voltata alla produzione di beni industriali e servizi, dove si trovano le industrie di punta, come la Marcopolo, Randon e Tramontina, che esportano prodotti in decine di  paesi (denominata "regione della montagna gaucha"); e la regione metropolitana di Porto Alegre, voltata alla produzione  di calzature (nei pressi della città  di Novo Hamburgo), petrolchimica e  servizi.

Le persone nate o residenti nel RS sono chiamate di "gaúchos"; la loro origine proviene da  una mescolanza di popoli.  Ai nativi, si sono poi aggiunte molte altre etnie di colonizzatori, come portoghesi, spagnoli, africani, tedeschi, italiani, polacchi, russi, ucraini, ebrei e (statua del “laçador"); da questa miscela, si è scaturita una cultura ricca e particolare, che si è diffusa in tutto il Brasile attraverso successive schiere di migranti. Tra le manifestazioni più caratteristiche della "cultura gaúcha", incontriamo l’abitudine "bere il chimarrão", la costituzione di CTGs (Centri di Tradizione Gaúcha) le churrascarias, l’uso di un linguaggio e abbigliamenti tipici, un folclore svariato di "danze tradizionali gaúchas", come la "cana verde", la "chimarrita" e il "pezinho".

La città di Porto Alegre è localizzata sulla fronteira est dello Stato, su una penisola presso la foce del Rio Guaíba (formato da 4 fiumi) nella Lagoa dos Patos (spiaggia di ipanema), ed è la maggior laguna di acqua dolce del mondo. La regione metropolitana è formata da 23 comuni, con circa 3,5 milioni di abitanti.

Porto Alegre si distingue in Brasile per vari titoli che detiene:

- capitale con il migliore IDH (Indice di Sviluppo Umano) del Brasile, conferito dall’ ONU;

- capitale culturale del  Mercosul;

- città più alberata del Brasile, possiede più di  700 parchi, 2 riserve biologiche 7 parchi  urbani;

- città con  maggior zona rurale tra le capitali brasiliane.

La storia della città inizia nel secolo XVIII, quando fu costruito sulle sponde dell’attuale fiume o lago Guaíba un piccolo ancoraggio, per agevolare la comunicazione con il villaggio di Viamão, distante circa 15 km  e all’epoca, il principale centro abitato dal Capitanato  (o Provincia). Nacque cosí il nome di"Porto de Viamão" (immagine  attuale  del porto). Con l’arrivo di circa 60 coppie di portoghesi provenienti dalle isole Azzorre, passò a chiamarsi ,  "Porto dos Casais". ( Porto delle coppie)

Nel 1773, il villaggio fu scelto come sede del governo del Capitanato, fino ad allora installato a Viamão. Nel 1809, un’ordinanza reale lo elevò alla condizione di borgo, e il 7/10/1809  divenne la sede del comune di “Porto Alegre”.

Nella metà del 1820,  il biologo francese August Saint-Hilare visitò la città registrandone magistralmente le caratteristiche dell’epoca, di cui molte sussistono e contrassegnano la città tutt’oggi (POA-1820). La praça da matriz, (Piazza del Duomo) da dove scorse le magnifiche vedute ad ovest, nord e sud, fino ad oggi costituiscono un riferimento della città e dello Stato; in questa piazza si trovano le sedi dei poteri esecutivo, legislativo, giudiziario ed anche la, cattedrale o la chiesa matrice cattolica, che è la religione  praticata dalla maggioranza della popolazione. Il suo popolo continua ad essere amabile e ospitale, contestatore della situazione sociale locale e del Paese e storicamente, si divide in correnti, a favore o contro, come farroupilhas (indipendenti) o imperialisti, "maragatos" ou "chimangos", gremista o colorado (tifosi di due squadre di calcio).

Porto Alegre ha  sempre avuto un’attiva partecipazione alla vita politica, economica, sportiva culturale del paese. É la capitale più colta del paese,  il  20% dei capifamiglia hanno un titolo accademico. Possiede due grandi Università (UFRGS e PUCRS). L’ Università Federale del Rio Grande do Sul (UFRGS) è tra le principali del paese, sopratutto per la qualità dei suoi corsi di postlaurea. Nella regione metropolitana, s’incontrano altre due grandi  università (ULBRA e UNISINOS) e diversi centri universitari. La città è sede di due grandi squadre di calcio, Grêmio e Internacional, classificate tra i 13 club più importanti del paese, si stima che il Gremio abbia 6,7 milioni di tifosi in Brasile, e l’ Internazionale abbia il 5,8; cadauno, con numerosi titoli nazionali ed internazionali, fra cui la Coppa Intercontinentale vinta dal Gremio nel 1983 e dall’Internazionale  vinta nel  2005. Tra le principali aziende che hanno la loro sede nella città  di Porto Alegre, citiamo  Gerdau, Sicredi, Banrisul, CEEE, Zaffari e RBS. Altre aziende operano nei comuni vicini, mantenendo le loro sedi amministrative in  Porto Alegre (FIERGS, Federasul). Il polo petrolchimico di Triunfo, nella regione metropolitana, si distingue nel campo petrolchimico, principalmente per la qualificata manodopera disponibile nella regione. Por i stessi motivi, l’azienda Dell Computers, degli Stati Uniti, ha scelto il vicino comune di Alvorada per installare una filiale. Nel comune vicino di Gravataí, opera una delle  filiali più avanzate della General Motors. La città e la sua regione metropolitana  è nota pure per le qualità dei suoi servizi medici (Santa Casa, Hospital de Clínicas), per il commercio diversificato e di qualità (Rua da Praia, Shopping Iguatemi), capacità tecnologica (avendo imprese altamente innovative, come la Tecnopuc, Tecnosinos, Ceitec), per la pulizia e organizzazione, per eventi culturali, conservazione del suo ambiente e  del patrimonio storico (Igreja das Dores), offrendo inoltre una diversificata gastronomia. Il suo pôr-do-sol (tramonto) é descritto come no dei più belli del mondo. Ultimamente, la città è stata scelta ad ospitare eventi scientifici e culturali, e varie imprese hanno deciso di installarci le loro sedi o filiali amministrative per agevolare le transizioni commerciali e industriali nella regione Mercosul. Sono in costruzione più di  20 alberghi per ricevere il crescente flusso di turisti, di liberi professionisti e di impresari.

Per vedere altri dati  accessa al sito di Porto Alegre IBGE-cidades.

Luis Roque Klering (attualizato il: 31/05/2014)